Ariete

21 marzo – 20 aprile / cardinale

Nasce tra marzo e aprile, quando il seme spunta, spacca la zolla e viene alla luce: è l’equinozio di primavera dove tutto inizia.

Energico, passionale, creativo e impulsivo. Sempre pronto a difendere i diritti dell’umanità, lo trovi spesso a litigare alle poste o al comune. La lotta è ciò che lo tiene vivo.

È governato da Marte e Plutone e il suo elemento è il fuoco… di paglia.

Parti del corpo: la testa, quella che punta davanti a un ostacolo, ma anche gli occhi, con cui spesso ti fulmina.

Ariete e l’amore

Segno passionale perché dominato da Marte, dio della guerra.

È tutto impeto e slancio: quando si innamora parte in quarta alla conquista della preda e non molla la presa finchè non ci riesce o si stufa. Eh sì, perchè è così, va di fretta, non può mica aspettare chissà che, nel momento stesso in cui se lo mette in testa è già cosa fatta. Il problema è dopo, quando ha già conquistato perché corre il rischio di perdere interesse oppure di correre dietro a qualcun’altro.

Ha un grande bisogno di stimoli. In fondo è un segno fedele, ma ama il gioco della conquista, meglio non mettersi subito a zerbino e fatevi sempre desiderare se volete che stia con voi a lungo.